PD_CastelfrancodiSotto | Democratici_CastelfrancodiSotto | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

PD_CastelfrancodiSotto
Il Blog del Partito Democratico di Castelfranco di Sotto (Pisa)

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


Benvenuti! questo è il blog del Partito Democratico di Castelfranco di sotto. Con questo blog intendiamo creare uno spazio di discussione e di confronto più ampio di quello della nostra dimensione territoriale. Invitiamo tutti quanti i nostri lettori - che ci auguriamo possano essere tanti - a lanciare spunti, riflessioni, suggerimenti e critiche. Questo partito nuovo sta nascendo con il contributo di tante persone che non si erano mai impegnate attivamente nella politica: la nostra ambizione è quella di utilizzare anche questo spazio virtuale per non perdere l'occasione di "incontrare" le persone ed i loro preziosi contributi che accresceranno, ne siamo sicuri, il carattere del dibattito e renderanno più appassionante la sfida in cui molti di noi sono attivamente impegnati.
Ultima settimana di campagna elettorale
6 aprile 2008


Si avvicina la data delle elezioni politiche e negli ultimi giorni di campagna elettorale il Partito Democratico di Castelfranco si predispone allo sprint finale con una serie di iniziative a cui invita tutta la cittadinanza.

Arrivano i big: il clou della settimana sarà Martedì 8 Aprile, quando, alle ore 21.00 in piazza Remo Bertoncini si terrà il comizio di zona del PD. Prenderanno la parola Ivan Ferrucci, segretario provinciale del PD e Paolo Fontanelli, candidato alla Camera dei Deputati ed ex Sindaco di Pisa.

“L’arrivo a Castelfranco di Paolo Fontanelli è per noi un grande onore che cercheremo di ricambiare con una forte partecipazione da tutta la zona del cuoio, dove Fontanelli tra l’altro ha mosso i primi passi del suo percorso politico – afferma Cristian Pardossi, segretario comunale del PD castelfranchese. Il percorso politico istituzionale di Fontanelli, prima in Regione  e poi come Sindaco e presidente di ANCI Toscana, sono una garanzia per gli enti locali che chiedono sempre di più di essere ascoltati dalle istituzioni nazionali. Abbiamo deciso di tornare a fare un comizio in piazza – continua Pardossi – visto l’entusiasmo che si respira tra i cittadini della nostra zona come nel resto d’Italia, e poi perché vogliamo che la politica torni a parlare faccia a facci con i cittadini, senza il filtro distorcente dello schermo televisivo: vogliamo parlare, confrontarci e decidere insieme.”

Martedì 8 aprile l’appuntamento è dunque per le 21.00 in piazza di fronte al municipio. Il PD allestirà un banchetto già a partire dalle 18.00 per distribuire materiale informativo e incontrare ancora la cittadinanza.

La settimana proseguirà con la cena elettorale a Orentano, Mercoledì 9 aprile presso l’agriturismo Ponziani (sarà presente il consigliere regionale Tognocchi) e con un aperitivo Venerdì 11 alle 18.00 presso la sede elettorale di corso Bertoncini, alla presenza del mister Renzo Ulivieri, membro della costituente nazionale del Pd.

Tutti i giorni il comitato elettorale del PD in centro storico sarà aperto per qualsiasi informazione.

 

 

 




permalink | inviato da Partito Democratico Castelfranco di sotto il 6/4/2008 alle 10:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Campagna elettorale
2 aprile 2008
Riportiamo alcune foto di questa campagna elettorale: la cena di Venerdì 28 a Castelfranco (un successo per il numero di persone e per l'organizzazione); il giro tra i banchi del mercato e nelle aziede del distretto col sottosegretario Modica lunedì scorso, e infine le immagini della presentazione del libro dell'assessore regionale Riccardo Conti sul dibattito urbanistico in Toscana, presentato ieri (Martedì) nella sala del comitato elettorale di Castelfranco.


Alcune immagini della cena (nella foto sotto si riconoscono il presidente della Regione Claudio Martini, il Sindaco Marvogli e il vicesindaco Comuniello)





I volontari al lavoro (hanno servito più di 120 persone con grande "professionalità", grazie a tutti!)



Con il sottosegretario Modica al mercato settimanale e in giro per le aziende del distretto conciario

(nella foto sotto si riconoscono anche gli assessori Toti e Valle, il Sindaco Marvogli, e l'assessore provinciale Graziano Turini)





Al comitato elettorale del PD di Castelfranco, durante la presentazione del libro dell'assessore regionale Riccardo Conti, sull'urbanistica e l'ambientalismo del fare(nella foto sopra si vedono anche il vicesindaco Comuniello e Pippo Russo, direttore dell'associazione "Romano Viviani").








permalink | inviato da Partito Democratico Castelfranco di sotto il 2/4/2008 alle 20:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Designazione scrutatori, il PD sceglie la trasparenza.
15 marzo 2008

Riportiamo di seguito il testo del comunicato stampa inviato agli organi di comunicazione in merito alla designazione degli scrutatori per le prossime elezioni politiche:

In vista delle prossime elezioni politiche, sono convinto che sia giusto mettere un punto fermo per quanto riguarda la composizione dei seggi elettorali: il Partito Democratico è favorevole al sorteggio (preventivo all’atto di designazione) come metodo per l'individuazione degli scrutatori”. Questa la posizione del segretario comunale del Pd di Castelfranco di sotto, Cristian Pardossi, che aggiunge: “Il sorteggio è l'unico metodo che può garantire la massima trasparenza: sappiamo tuttavia che l’attuale legge elettorale voluta dal centrodestra prescrive il metodo della designazione e non del sorteggio per l’individuazione degli scrutatori. L’intento della legge è quello di trasformare anche questo momento in una spartizione a tavolino da parte delle forze politiche e per distribuire prebende. Il Pd – continua Pardossi – è un partito nuovo, nato per chiudere con certe logiche del passato e perciò dice no a qualsiasi percorso che possa risultare non chiaro. La nostra proposta, che estenderemo in sede di commissione elettorale a tutti i soggetti politici in campo, è di procedere con il metodo del sorteggio, e successivamente designare – nel rispetto della previsione di legge – coloro che sono risultati estratti, in modo da garantire reali pari opportunità per tutti gli iscritti all’albo scrutatori”. 

 

eletti coordinatori di circolo e segretario comunale del Partito Democratico
11 febbraio 2008

Si è concluso anche a Castelfranco il percorso di elezioni dei quadri dirigenti del Partito Democratico. Al termine delle assemblee di circolo e di quella comunale, svoltesi rispettivamente il 6, 7 e 8 febbraio, sono stati eletti i coordinatori dei tre circoli e il segretario comunale.
Per il circolo di Castelfranco è risultata eletta Francesca Paoli, 29 anni, uno dei volti nuovi che hanno caratterizzato la fase di avvio del Pd sul territorio castelfranchese. A Orentano invece è stato eletto Fabio Pinelli, classe 1980, ingegnere informatico; mentre a Villa Campanile il coordinatore è Simone Benedetti, anche lui 28enne, consigliere comunale.
Le tre assemblee di circolo, riunitesi poi venerdi 8 in assemblea plenaria, hanno eletto segretario comunale Cristian Pardossi, 27 anni da compiere, assessore alla cultura della giunta guidata da Umberto Marvogli e membro della segreteria provinciale del PD pisano.
Grande soddisfazione espressa dagli oltre trenta delegati dell’assemblea comunale, per il grado di rinnovamento imboccato con questo passaggio. La stessa assemblea è composta in buona parte da giovani alle soglie dei 30 anni, avvicinatisi per la prima volta alla politica attiva.
“Occorre lasciarci alle spalle questa fase ed iniziare subito a lavorare sul territorio, in vista dei prossimi imminenti appuntamenti – ha detto Pardossi – primo tra tutti la campagna elettorale per le elezioni politiche di aprile, facendo nostro il messaggio di Walter Veltroni: “si può fare, si possono vincere”. Il PD nasce anche a Castelfranco con una notevole dose di rinnovamento e con molto entusiasmo: dovremo essere tutti capaci di non disperdere, anzi di far fruttare questi segnali positivi. Dobbiamo costruire un partito radicato nel territorio, che sia espressione di una visione complessiva del mondo e del nostro paese, capace di esprimere una forte e rinnovata direzione politica, anche a livello locale come supporto all’operato dell’amministrazione, alla luce del proprio profilo politico culturale e programmatico.”




permalink | inviato da Partito Democratico Castelfranco di sotto il 11/2/2008 alle 22:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Distribuzione dei certificati e assemblea ad Orentano
16 gennaio 2008
Una lettera del Comitato Promotore della frazione di Orentano:

    Desideriamo nuovamente ringraziare tutti i partecipanti alle elezioni primarie del 14 ottobre scorso, che hanno permesso di raggiungere un risultato straordinario con oltre 3 milioni di votanti. Quel passaggio ha rappresentato un momento innovativo, con il coinvolgimento nella scelta del segretario nazionale e regionale.
Quel percorso prosegue ora con la partecipazione alla costituzione nelle varie realtà territoriali. Occorre pertanto che siano consegnati i certificati di socio fondatore, che permetteranno di partecipare alla discussione e alla scelta degli organi esecutivi. Si tratta di una fase importante, sia per la costituzione del Partito Democratico, ma anche per avere un momento di confronto sulle scelte politiche sia a livello nazionale che locale.
Al fine di un maggiore radicamento nel territorio saranno costituiti due circoli, uno a Orentano ed uno a Villa Campanile.
Per ritirare il certificato di fondatore, è possibile recarsi nei giorni Giovedì 17 gennaio dalle ore 21 alle 23 presso il circolo Arci, via Martiri della Libertà, e Domenica 20 gennaio dalle 10 alle 11.30 presso il circolo Acli, via della Chiesa.


Successivamente, l’assemblea del circolo di Orentano, per l’elezione dei delegati al livello comunale e provinciale, è fissata il giorno
Venerdì 25 gennaio alle ore 21.15 , presso i locali in via Leone Lotti 30 (ex sede club Libera Età), mentre quella di Villa Campanile si svolgerà sempre venerdi 25 gennaio alle ore 21.00  in via Ulivi 181, in prossimità della scuola.

A proposito di Laicità
16 gennaio 2008
Intervento di Cristian Pardossi:
Questo è il testo di un appello che, insieme a qualche amico del PD provinciale, abbiamo lanciato a tutti coloro che affrontano il dibattito sul profilo politico del nuovo partito. Si tratta di un appello redatto da alcuni esponenti nazionali e sottoscritto da parlamentari, scienziati e filosofi. Mi auguro possa trovare un'ampia adesione anche qui. Eccone il testo (che potrete trovare anche sui blog http://www.laicitaecivismo.it  e http://www.tutomondo.ilcannocchiale.it):

"Si discute molto di laicità, diritti civili e temi ‘eticamente sensibili’. Lo si fa sui giornali, con saggi, nelle istituzioni, nei partiti. Lo fanno le religioni. Lo fa la Chiesa cattolica. E ovviamente la politica. Dico, Cus, testamento biologico, fecondazione assistita, interruzione volontaria della gravidanza, rispetto dell’orientamento sessuale e lotta all’omofobia, il grande capitolo della convivenza: da mesi sono alcuni temi del confronto politico e pubblico. Per molte ragioni è una discussione inevitabile. Quegli argomenti, infatti, alludono a domande di “senso” fondamentali per la democrazia e per l’autonomia della politica. Per classi dirigenti che sentano l’onere di contribuire a una nuova etica pubblica. Questa discussione ovviamente accompagna, e per certi versi scandisce, la nascita del Partito Democratico. Ne interroga scelte e cultura politica. Pensiamo sia una riflessione strategica per l’avvenire del progetto. E però scorgiamo una sovrapposizione di concetti che ci preoccupa. Il punto è che si scambia di frequente la richiesta di legittimi diritti civili per tematiche etiche. L’effetto è che l’estensione arbitraria, o comunque non sufficientemente argomentata, della sfera eticamente sensibile rende più confusa la discussione e la ricerca di un approdo condiviso anche dentro il centrosinistra. A questa difficoltà se ne somma una seconda legata al processo costituente del Partito Democratico. La riassumiamo così. Quale dev’essere, o può ragionevolmente diventare, l’equilibrio tra il pluralismo delle posizioni interne al nuovo partito e la scelta dei principi costitutivi che definiscono oggi la cultura politica delle Democratiche e dei Democratici? Su questo piano manifestiamo la nostra inquietudine. Guardiamo ad esempio con qualche timore a posizioni, certamente minoritarie nel Pd e nella società italiana, che restituiscono all’omosessualità una patente di malattia da curare, concetto abbandonato da tutte le democrazie occidentali anche in seguito alla chiara affermazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Più in generale viviamo come un limite la difficoltà del nuovo partito di elaborare sul terreno della cittadinanza, dei diritti e delle responsabilità del singolo, una chiave indispensabile della propria identità. Il che non equivale all’imposizione di un unico punto di vista su questioni complesse, ma esige appunto un chiarimento sul significato di termini decisivi per il vocabolario e l’azione del Pd, e dunque per la sua idea di progresso e modernità. Ne indichiamo alcuni. I diritti umani e civili. Il valore della persona, la sua libertà e responsabilità. L’autonomia femminile. L’indipendenza e il principio di precauzione della scienza, l’autonomia dei pazienti nella scelta delle terapie come indicato dalla Costituzione. La cittadinanza piena e il contrasto a ogni forma di discriminazione, sia essa di origine etnica, di genere, di appartenenza religiosa o culturale, di orientamento sessuale. Crediamo che questi temi siano determinanti per la crescita civile ed economica dell’Italia e sentiamo il dovere di alimentare questa discussione nel processo costituente del nuovo partito. Intendiamo farlo nel rispetto delle regole che il nuovo statuto definirà."

Per aderire scrivete un commento oppure mandate una mail a: laici.pd@hotmail.it

Sulla mancata visita di Benedetto XVI alla Sapienza
16 gennaio 2008
Lettera di Sandro Spagli:

Lo vogliamo dire? Per chi sa leggere gli eventi più in profondità quella di ieri è stata una delle pagine più tristi del dibattito culturale in Italia. Non ci sono precedenti a memoria di un Papa che sia stato costretto ad annullare una visita per simili motivi. Giovanni Paolo II ne annullò due, a Sarajevo e Beirut, ma solo perché la sua sicurezza in paesi in conflitto non era garantita. Benedetto XVI ha tenuto a Ratisbona in Germania la sua "lectio magistralis" davanti a tutto il corpo accademico che l'ha ricevuto con tutti gli onori. In Italia un gruppuscolo di studenti dei collettivi istigati da una minoranza di professori-pontefici-della-laicità (tra i quali anche il nuovo presidente del CNR, complimenti) è riuscita a raggiungere lo storico obiettivo di impedire ad un papa di parlare ad un consesso accademico. A parte il fatto che la Sapienza è stata fondata nel '300 da un papa, Bonifacio VIII, e che già altri papi hanno parlato in quell'ateneo (Paolo VI e Giovanni Paolo II) è evidente che l'obiettivo era questo papa, ormai dipinto come reazionario e conservatore; anche qui un altro bel capolavoro dei nostri giornaloni laicisti, poiché tutti sanno che c'è continuità tra le posizioni dottrinali di GPII e di BXVI, anzi diverse encicliche di GPII sono state ispirate da Ratzinger. Quella lettera dei professori-pontefici-della-laicità, ancorché legittima, è stata un segnale di grande debolezza culturale e certamente non ha fatto onore al sano concetto di laicità che tra l'altro questo Papa ha ribadito in più occasioni con grande lucidità (per chi vuole, si rilegga il confronto Habermas-Ratzinger, Ragione e fede in dialogo, ediz. Marsilio). Il problema caso mai sta nei nostri politici, sempre pronti a tirare il Papa per la giacchetta (se parla di pace e giustizia va bene, se parla di valori o sulla famiglia no, e viceversa) e dei nostri media che danno ai discorsi del papa e dei vescovi un amplificazione che non si trova in altri paesi (sui giornali esteri di oggi, di tutta questa polemica nostrana non c'è traccia...). E gli intellettuali... Ha pienamente ragione Galli della Loggia sul Corriere di oggi (http://www.corriere.it/editoriali/08_gennaio_16/papa_sapienza) a dire che c'è una gara per conquistare influenza nel PD, da parte di questi intellettuali, legati storicamente al PCI o alle posizioni più radicali della sinistra, che si trovano spiazzati dal nuovo corso, che vedono il dialogo laici-cattolici come fumo negli occhi e come un'attentato alla "laicità" (quella loro...). Mi auguro davvero che nel PD non prevalga questo spirito settario e ottuso di laicità, ma vada avanti quel dialogo costruttivo sui valori della persona e sui problemi concreti dela gente, (come quello che leggevo in questi giorni sui rifiuti...) che sono una delle novità importanti di questo partito.

Sandro
PROSSIMI APPUNTAMENTI
15 gennaio 2008
Giovedì 17 e Venerdì 18 gennaio
presso i locali della Casa del Popolo
ore 21.30 - 24.00
DISTRIBUZIONE CERTIFICATI DI SOCIO FONDATORE DEL PD

Sabato 19 ore 16.00 - 19.00 e
Domenica 20 ore 10.00 - 12.30
via Cavour
DISTRIBUZIONE CERTIFICATI DI SOCIO FONDATORE DEL PD

VENERDI' 25 GENNAIO
ORE 21.00
ORTO DI SAN MATTEO - CASTELFRANCO DI SOTTO
ASSEMBLEA PER LA COSTITUZIONE DEL CIRCOLO DI BASE
ED ELEZIONE DELEGATI ASSEMBLEA COMUNALE E PROVINCIALE

(nei prossimi giorni verranno inserite informazioni relative alle assemblee di Orentano e Villa Campanile)



permalink | inviato da Partito Democratico Castelfranco di sotto il 15/1/2008 alle 22:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Consegnati quasi cento certificati
15 gennaio 2008

Alta la partecipazione per ritirare i certificati di fondatore del PD. Giovedì e venerdì si replica alla Casa del popolo.

CASTELFRANCO DI SOTTO (15 gennaio 2008). Quasi cento certificati di fondatore del Partito Democratico sono stati consegnati tra sabato e domenica scorsi nella sede del PD, in via Cavour a Castelfranco. Un numero molto alto che riempie di soddisfazione i membri del comitato promotore, in considerazione del fatto che alle primarie dello scorso ottobre avevano votato, nel solo seggio di Castelfranco, oltre 500 persone. Quasi un elettore su cinque ha quindi ritirato il proprio attestato di partecipazione.
    Vista la buona riuscita dell’iniziativa, la replica non si farà attendere. Giovedì e venerdì prossimi (il 17 e il 18 gennaio) dalle ore 21.00 fino alle ore 24.00, presso il circolo Arci - Casa del Popolo, sarà possibile ritirare il proprio certificato di fondatore del Pd.  Possono ritirare il certificato tutti coloro che hanno partecipato alle elezioni primarie del 14 ottobre. Può ottenere il certificato anche chi non ha votato alle primarie purché presenti una richiesta al coordinamento provinciale del PD.
    Il certificato dà la possibilità di partecipare con diritto di voto all’assemblea del prossimo 25 gennaio (in programma alle 21.00 presso l’Orto di San Matteo) che fonderà il nuovo circolo del PD di Castelfranco di Sotto e che ne eleggerà il coordinatore




permalink | inviato da Partito Democratico Castelfranco di sotto il 15/1/2008 alle 21:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Benvenuti
15 gennaio 2008
Benvenuti!
questo è il blog del Partito Democratico di Castelfranco di sotto. Con questo blog intendiamo creare uno spazio di discussione e di confronto più ampio di quello della nostra dimensione territoriale. Invitiamo tutti quanti i nostri lettori - che ci auguriamo possano essere tanti - a lanciare spunti, riflessioni, suggerimenti e critiche.
Questo partito nuovo sta nascendo con il contributo di tante persone che non si erano mai impegnate attivamente nella politica: la nostra ambizione è quella di utilizzare anche questo spazio virtuale per non perdere l'occasione di "incontrare" le persone ed i loro preziosi contributi che accresceranno, ne siamo sicuri, il carattere del dibattito e renderanno più appassionante la sfida in cui molti di noi sono attivamente impegnati.




permalink | inviato da Partito Democratico Castelfranco di sotto il 15/1/2008 alle 17:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo